Biorepack News
Scopri la newsletter di Biorepack
Scopri la newsletter di Biorepack
Un nuovo canale per comunicare con il pubblico. “Biorepack - dice il presidente Marco Versari - è un progetto concreto di economia circolare che pone l’Italia all’avanguardia nel campo del riciclo biologico della frazione organica dei rifiuti urbani e dei materiali compostabili assimilati”.
Articoli
Dal 1° gennaio 2022 in vigore l’obbligo di raccolta differenziata dell’organico per tutti i Comuni
Dal 1° gennaio 2022 in vigore l’obbligo di raccolta differenziata dell’organico per tutti i Comuni

In anticipo di due anni rispetto a quanto previsto dall’Unione Europea.
La disposizione impone ai Comuni italiani di attivare un servizio di raccolta differenziata della frazione umida, inclusi gli imballaggi biodegradabili e compostabili, certificati EN 13432.  

Dal 1° gennaio 2022 è in vigore per tutti i Comuni italiani l'obbligo di raccolta differenziata della frazione umida: gli scarti organici devono quindi essere separati dagli altri rifiuti.
Leggi tutto
Accordo Biorepack - Anci
Accordo Biorepack - Anci

Primo allegato tecnico su differenziata e riciclo di imballaggi in bioplastica compostabile.
Un accordo storico, che permette al nostro Paese di fare un passo avanti nella raccolta differenziata favorendo, in particolare, il corretto conferimento di un materiale che sta crescendo rapidamente in quantitativi e diffusione nelle case degli italiani.

Lo scorso ottobre, BIOREPACK e ANCI hanno firmato, sotto l’egida di CONAI, l’allegato tecnico che disciplina i criteri di raccolta, trasporto e trattamento dei rifiuti di imballaggio in bioplastica compostabile insieme alla frazione umida urbana.
Leggi tutto
Ispra, invariata nel 2020 la raccolta dell’umido  e della bioplastica
Ispra, invariata nel 2020 la raccolta dell’umido e della bioplastica

Le valutazioni dei Compostatori sulla base del Rapporto Rifiuti Edizione 2021.
L’intercettazione pro-capite della frazione umida, nella quale rientrano anche gli imballaggi in bioplastica compostabile, risulta sostanzialmente invariata in Italia, collocandosi intorno a 88,3 chili per abitante.

La pandemia ha avuto un impatto importante anche sugli andamenti di produzione, raccolta e gestione dei rifiuti urbani, non risparmiando la filiera dei rifiuti organici e degli imballaggi in bioplastica compostabile.
Leggi tutto
Conai-Biorepack su YouTube
Conai-Biorepack su YouTube

Come fare la corretta raccolta differenziata, spiegata bene.
Conai e Biorepack hanno presentato una campagna di comunicazione specifica per aiutare i cittadini a identificare gli imballaggi in bioplastica per un corretto conferimento con la frazione organica umida

Confusione e incertezza possono rendere la raccolta differenziata involontaria protagonista di errori nel corretto conferimento dei materiali.
Leggi tutto
Imprese, al via il credito d’imposta per l’acquisto di materiali rigenerati
Imprese, al via il credito d’imposta per l’acquisto di materiali rigenerati

Le istanze potranno essere presentate solo in forma elettronica.
Il contributo è rivolto alle imprese che nel 2019 e 2020 hanno acquistato prodotti e imballaggi provenienti da materiali di recupero.

Al via un credito d’imposta per l’acquisto di materiale rigenerato. Il contributo è rivolto alle imprese che hanno acquistato nel 2019 e 2020 prodotti e imballaggi provenienti da materiali di recupero.
Leggi tutto
Tributo britannico: “Sugli imballaggi biocompostabili l'Italia è un esempio"
Tributo britannico: “Sugli imballaggi biocompostabili l'Italia è un esempio"

L’Italia è un esempio e ha già fatto “un sacco di lavoro” nell’utilizzo degli imballaggi compostabili, specie per usi alimentari. Lo ha detto la rappresentante dell’Association for Renewable Energy and Clean Technology (REA) in audizione alla Commissione ambiente e alimentazione del Parlamento inglese.

L’approccio italiano per l’utilizzo degli imballaggi compostabili è stato citato come esempio positivo  da Jenny Grant dell’Association for Renewable Energy and Clean Technology (REA), ascoltata in audizione alla Commissione ambiente e alimentazione sui rifiuti plastici del Parlamento inglese.
Leggi tutto
In Francia meno plastica per frutta e verdura
In Francia meno plastica per frutta e verdura

Si stima che il 37% di frutta e verdura venga venduto confezionato.
A Parigi, dal 1° gennaio, 30 tipi di frutta e verdura fresca devono essere venduti senza imballaggi in plastica.

La Francia punta a ridurre l’uso della plastica al supermercato. Il Governo ha pubblicato un elenco di 30 tipi di frutta e verdura fresca che, a partire dal 1° gennaio di quest’anno, sono venduti senza imballaggi in plastica.
Leggi tutto
Formazione: Biorepack a fianco di Poliedra
Formazione: Biorepack a fianco di Poliedra

Il Consorzio sostiene il corso di Poliedra su Economia circolare, da rifiuti a risorse 

Biorepack annuncia di aver dato il proprio supporto al Consorzio Poliedra dedicato al Corso di Perfezionamento ”Economia Circolare - Da rifiuti a risorse: un'economia in transizione”.
Leggi tutto