Conai-Biorepack su YouTube

Come fare la corretta raccolta differenziata, spiegata bene.
Conai e Biorepack hanno presentato una campagna di comunicazione specifica per aiutare i cittadini a identificare gli imballaggi in bioplastica per un corretto conferimento con la frazione organica umida

Come fare la corretta raccolta differenziata, spiegata bene.
Conai e Biorepack hanno presentato una campagna di comunicazione specifica per aiutare i cittadini a identificare gli imballaggi in bioplastica per un corretto conferimento con la frazione organica umida

Confusione e incertezza possono rendere la raccolta differenziata involontaria protagonista di errori nel corretto conferimento dei materiali. Per questo motivo CONAI e Biorepack hanno scelto di realizzare una campagna di comunicazione specifica che aiuti le persone a riconoscere quali sono gli imballaggi in bioplastica, compostabili insieme alla frazione organica umida dei rifiuti urbani, e spiegando come usarli e differenziarli correttamente.
Attraverso alcuni video, che invitano ad andare “oltre le apparenze”, le due organizzazioni vogliono sensibilizzare la cittadinanza ad una corretta raccolta differenziata del rifiuto organico, e in particolare degli imballaggi in bioplastica, biodegradabili e compostabili. Nei due filmati il messaggio chiave è chiaro: non bisogna farsi ingannare dalle apparenze, come quando per errore si getta la bioplastica nella raccolta della plastica. Se si leggono con attenzione l’etichetta e i marchi riportati sulle confezioni, è possibile fare bene la differenziata e conferire nell’umido i packaging in bioplastica compostabile.

Vai oltre le apparenze. Non mettere la plastica compostabile nella plastica

Guarda i video:
Oltre le apparenze
Oltre le apparenze - Tutorial