Biorepack

Siamo il primo sistema europeo di responsabilità estesa del produttore (EPR) dedicato agli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile certificati UNI EN 13432.
Siamo il nuovo consorzio di filiera del sistema CONAI

Il Consorzio, costituito ai sensi dell’art. 223 del D.Lgs. 152/2006, opera su tutto il territorio nazionale e garantisce il ritiro, la raccolta, il recupero e il riciclo organico dei rifiuti di imballaggio in plastica biodegradabile e compostabile assieme alla frazione organica umida dei rifiuti urbani.

Biorepack ha una personalità giuridica di diritto privato ed è senza scopo di lucro.

Biorepack sta avviando le attività statutariamente previste nell’oggetto consortile ed in particolare, in via prioritaria, la razionalizzazione, l’organizzazione, la garanzia, la promozione e l’incentivazione de:

  • lo sviluppo della raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio in plastica biodegradabile e compostabile nell'ambito del circuito della frazione organica dei rifiuti urbani;
  • l’avvio a riciclo organico dei rifiuti di imballaggio in plastica biodegradabile e compostabile, negli impianti di compostaggio, anche integrati con impianti anaerobici;
  • l'etichettatura degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile e delle frazioni similari, nonché la loro riconoscibilità in particolare da parte dei cittadini/consumatori, ai fini della corretta gestione di tali materiali nell'ambito della raccolta differenziata della frazione organica umida dei rifiuti urbani.

Il Consorzio Biorepack, in qualità di Consorzio riconosciuto all’interno del sistema Conai, intende raggiungere e consolidare il relativo obiettivo di riciclo stabilito dalle disposizioni (allegato E, parta IV del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.) ossia l’obiettivo di riciclo delle plastiche. 

L’obiettivo di riciclo minimo, da raggiungere rispetto all’immesso sul mercato di imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile, è il seguente:

  • 50% entro il 31 dicembre 2025
  • 55% entro il 31 dicembre 2030.

Biorepack è tenuto a garantire l’equilibrio della propria gestione finanziaria. A tal fine tra i mezzi finanziari necessari per il funzionamento è indicato il Contributo Ambientale, ovvero le risorse provenienti dal Conai.

Il Contributo Ambientale Conai è stato determinato in 294 €/t  dal 1° di luglio 2021

Il Consorzio Biorepack opera sotto la vigilanza del Ministero della Transizione Ecologica e del Ministero dello Sviluppo Economico, cui deve periodicamente relazionare sia delle attività e dei risultati conseguiti sia dei piani previsionali.

Lo statuto di BIOREPACK è stato approvato con decreto del 16 ottobre 2020 del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di concerto con il Ministro dello Sviluppo economico ed è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 284 - il 14 novembre 2020